Aggiornato il:

Instagram è diventata la piattaforma di riferimento per la condivisione di foto.

Oltre 800 milioni di utenti mensili sono attivi sul sito. Più di 60 milioni di foto vengono pubblicate ogni giorno e vengono dati 1,6 miliardi di “Mi piace” giornalieri.

C’è anche un gran numero di influencer con un numero enorme di follower. E con la strategia di marketing giusta, anche tu puoi diventare un brand (o una persona) influente.

Devi riuscire a pubblicare i contenuti adatti alle tue audience, sia per mantenere i follower attuali, sia per acquisirne di nuovi.

Ma può essere difficile sapere quali tipi di contenuti funzionano meglio per far crescere il tuo pubblico.

Ecco dieci suggerimenti di Instagram marketing (che funzionano davvero), che puoi usare per sfruttare bene la piattaforma e magari riuscire a monetizzare.

Innanzitutto, è necessario fare lo switch a un profilo business.

1. Passa a un profilo business quanto prima

Prima di iniziare a pensare al tuo piano di Instagram marketing, assicurati di avere un account business.

È facile cambiare il tuo profilo attuale in un account aziendale.

Vai alle impostazioni e fai clic su “Passa al profilo business” per iniziare.

Ci sono alcuni chiari vantaggi nell’avere un profilo business.

Ad esempio, i follower possono fare clic sul pulsante di contatto per contattarti direttamente dalla tua pagina Instagram proprio come farebbero dal tuo sito web.

Un profilo business ti consente di creare e pubblicare annunci Instagram senza la necessità di utilizzare gli strumenti pubblicitari di Facebook (anche se consiglio sempre di utilizzare l’ad manager per questo scopo, e’ molto piu’ completo).

Puoi anche accedere agli strumenti di analisi di Instagram, chiamati Insights, che forniscono statistiche sulle impressions e sulla portata dei tuoi post.

Dopo aver sbloccato le funzionalità associate a un profilo business, devi iniziare a utilizzarle per tenere traccia delle metriche e conoscere meglio il tuo pubblico.

2. Usa gli strumenti gratuiti di Instagram

I profili aziendali su Instagram non sono così diversi dalle pagine Facebook.

Attraverso Insights, puoi visualizzare statistiche come impressions, dati sull’engagement e molto altro ancora.

Puoi persino ottenere una ripartizione dei dati demografici dei tuoi follower, incluse informazioni sulla loro età, sesso, posizione e ore in cui sono più attivi.

Puoi ottenere approfondimenti specifici sui post della settimana che mostrano quante impressions hai guadagnato per quel periodo di tempo e quali sono stati i tuoi post principali.

Questi strumenti gratuiti sono utilissimi perché puoi usarli per capire esattamente come gli utenti interagiscono con i tuoi contenuti.

Più conosci il modo in cui gli utenti interagiscono con i tuoi post, meglio puoi adattare i tuoi contenuti per aumentarne l’engagement.

Una categoria di post che attira quasi sempre l’attenzione sono i teaser dei nuovi prodotti.

3. Pubblica teaser dei nuovi prodotti

Cosa succederebbe se potessi vendere più prodotti semplicemente pubblicando delle anteprime su Instagram?

Instagram è un ottimo canale per pubblicizzare i tuoi prodotti. E se giochi bene le tue carte, non infastidirai gli utenti né li spaventerai con la pubblicità.

Se sei troppo invadente, i follower diminuiranno velocemente. Ma i post sui teaser dei prodotti sono un modo semplice per parlare del tuo prodotto e aumentare l’entusiasmo senza sembrare come se stessi facendo troppo “push” commerciale.

Ecco due post dalla pagina Instagram di Gilt Man che non provano direttamente a vendere un prodotto, ma offrono un’app gratuita in cui gli utenti possono acquistare tutto l’inventario del marchio.

Il marchio offre uno sconto del 70% mentre ti mostra le foto di alcuni degli articoli disponibili per l’acquisto.

E i post hanno ricevuto migliaia di like ciascuno, il che è un risultato notevole, tenendo conto che sono in ogni caso dei post di prodotto.

Gli annunci funzionano perché non sono invadenti. Sono abbastanza “rilassati”.

Stuzzicano gli utenti con lo sconto e l’immagine del prodotto per scaricare l’app e dare un’occhiata.

Questo approccio funziona per quasi tutti i settori.

Starbucks ad esempio, coinvolge il pubblico annunciando bevande stagionali con immagini nitide e senza cercare di costringere le persone ad acquistarle.

Quando coinvolgi le persone sui prodotti a cui sono interessate ma non le spingi ad acquistare nulla, saranno più propense a ad acquistare qualcosa.

In caso contrario, interagiranno almeno con il tuo post, apprezzandolo, commentandolo o taggando un amico.

Quindi non abbiate paura di mostrare i vostri prodotti pubblicandone delle foto. Fatelo, ma in modo “soft”.

4. Crea Instagram ads.

Gli annunci Instagram sono diventati molto comuni sulla piattaforma. L’aspetto più interessante? Puoi controllare esattamente quanto vuoi spendere impostando un budget pubblicitario adeguato alle tue disponibilità.

Puoi mostrare solo un annuncio sponsorizzato o più annunci con la funzione Carousel.

Ciò offre ai marchi la possibilità di indirizzare il proprio pubblico in un modo completamente nuovo. Prima dei post sponsorizzati, solo gli utenti che seguivano il tuo account potevano vedere i tuoi contenuti.

Ora, le aziende possono promuovere le loro foto, video e storie a chiunque si adatti al loro pubblico di destinazione, per aumentare la loro portata.

Per gli annunci sponsorizzati, utilizza contenuti interessanti e allo stesso tempo attraenti per il target demografico cui ti rivolgi.

Puoi trasformare anche i post esistenti in annunci sponsorizzati, quindi tieni d’occhio i tuoi post migliori.

Puoi mostrare post che funzionano bene a livello organico, a dei potenziali clienti sotto forma di annunci sponsorizzati.

Tieni a mente che ci sono molte forme diverse di annunci sponsorizzati che puoi inserire, come ad esempio:

  • Foto
  • Video
  • Carousel / annunci dinamici
  • Storie
  • Canvas

Instagram Storie, post o altro, sono un altro ottimo modo per connettersi con i follower.

5. Usa le storie di Instagram

Se vuoi generare lead, le storie di Instagram sono qui per aiutarti.

Le storie di Instagram differiscono dai normali post di Instagram perché sono disponibili in un formato verticale che occupa tutto lo schermo.

Sono attive solo per 24 ore (a parte quelle sponsorizzate ovviamente!), ma le storie possono essere salvate su qualsiasi dispositivo e riutilizzate in un secondo momento.

Questa funzione è molto simile alle storie di Snapchat.

Invece di apparire nel feed delle notizie, le storie di Instagram appaiono in una piccola area sopra di esso.

Quando un utente fa clic sulla tua foto in alto, viene visualizzata una finestra in cui è possibile visualizzare la tua storia.

I vantaggi di Instagram Stories per i brand sono davvero parecchi.

I brand possono utilizzare le storie per catturare post “dietro le quinte” che potrebbero non essere “di alta qualità” come i post normali.

E non devi preoccuparti troppo di pubblicare contenuti che si allineano all ‘”estetica” del tuo marchio o della tua pagina Instagram quando si tratta di Storie. Le storie sono piu’ spontanee.

Instagram semplifica inoltre la sperimentazione di diversi tipi di contenuti nella funzione Storie, come foto, brevi video, video live o Boomerang.

I boomerang sono immagini simili a GIF che vengono riprodotte in loop.

Puoi anche taggare altri account nelle Stories, il che è fantastico se stai collaborando con un altro brand o influencer.

I filtri per il viso, il testo o gli sticker semplificano la modifica delle immagini o la creazione di immagini divertenti e accattivanti.

Ogni foto e video che aggiungi verranno riprodotti nella stessa sequenza che hai aggiunto.

La quantità di post che puoi aggiungere alle Storie in qualsiasi momento è illimitata e la funzione è disponibile per tutte le aziende a livello globale.

Le storie sono disponibili solo sull’app Instagram mobile e al momento non è possibile inviare storie Instagram come messaggi diretti.

Ma poiché la maggior parte degli utenti di Instagram accede al sito tramite l’app per smartphone anziché tramite il sito web, questo non è un punto di cui preoccuparsi.

Se non hai collaborato con influencer su Instagram, trovane alcuni con cui vorresti collaborare e contattali.

6. Collabora con influencer Instagram per aumentare la tua visibilità

Se vuoi raggiungere potenziali clienti su Instagram, il modo più veloce per farlo è attraverso gli influencer, che hanno già costruito il pubblico che interessa a te.

Sempre più persone acquistano servizi o prodotti in base a ciò che vedono nei loro feed dalle persone influenti che seguono. Si fidano di loro.

Se collaborate con il giusto influencer del settore, potete far conoscere il vostro marchio a quegli utenti.

Il primo passo è cercare di identificare alcuni influencer che hanno un pubblico rilevante per il tuo prodotto o servizio.

Ecco un esempio di come Gravity Blankets ha utilizzato l’ influencer Jessi Smiles per promuovere il proprio prodotto sulla sua pagina Instagram.

Il post ha migliaia di Mi piace.

Il marchio vende coperte “pesanti” (weighted blankets), che aiutano a dormire e allontanano lo stress. La loro pagina Instagram ha meno di 10.000 follower.

Ma la pagina di Jessi ha 493.000 follower, che probabilmente si fideranno dei suoi consigli.

Ciò significa che il marchio si è appena esposto a migliaia di potenziali clienti (e nuovi follower) attraverso un solo post.

Se metti da parte i guadagni a breve termine e le vendite dirette che puoi ottenere da una campagna di influencer, ci sono ancora più benefici a lungo termine.

Se crei una relazione con ogni influencer, creerai una brand awareness duratura con un nuovo pubblico.

E se giochi bene le tue carte, potresti anche lavorare con un grande influencer in futuro per guadagnare milioni di Mi piace, come ha fatto Coca-Cola con questo post di Selena Gomez.

I tuoi clienti esistenti potrebbero non essere influencer, ma puoi comunque utilizzare i loro post per influenzare le persone ad acquistare i tuoi prodotti raccogliendo le foto inviate dagli utenti.

7. Riposta le foto inviate dagli utenti

Non sarebbe bello se ci fosse un modo per creare contenuti fantastici per la tua pagina Instagram, senza doverli creare?

Si! Attraverso le foto condivise dagli utenti.

Hai già un pubblico. Che si tratti di centinaia di persone o migliaia, puoi sfruttare il tuo pubblico per generare contenuti utili per te.

E i tuoi follower probabilmente apprezzeranno i contenuti generati dagli utenti ancor più di quanto apprezzino i tuoi perché sono autentici e imprevedibili.

Il marchio MAC di cosmetici utilizza tonnellate di contenuti generati dagli utenti che promuovono sulla loro pagina Instagram per mostrare i prodotti.

Ecco una foto che uno dei loro utenti ha postato e poi aggiunta alla loro pagina Instagram. Nota come hanno usato l’hashtag #regram e taggato l’utente nell’immagine.

Ti starai chiedendo esattamente come è possibile convincere i tuoi utenti a creare contenuti accattivanti senza essere invadenti.

In realtà è abbastanza semplice. Il tuo pubblico probabilmente vuole far crescere il proprio seguito, proprio come te.

Fai loro sapere che li taggerai nel tuo post se scegli la loro foto da ripostare: quindi avranno un incentivo in piu’ a pubblicare contenuti frequentemente.

È un vantaggio per te e per i tuoi clienti.

GoPro è noto per questo. Il marchio sceglie un #FeaturedPhotographer ogni settimana.

Il marchio (e i suoi follower) lo trattano come una competizione settimanale.

Se provi qualcosa di simile, probabilmente rimarrai sorpreso da quanto i tuoi follower saranno entusiasti di partecipare.

Ricorda di scegliere bene le foto che desideri pubblicare:

  1. la foto si adatta all’immagine del marchio che hai già creato o stai cercando di creare? O va contro di esso?
  2. Quanto seguito ha la persona di cui vuoi condividere la foto?
  3. La foto è adatta al tuo pubblico?

Quando gestisci un’azienda, devi essere sicuro che tutto ciò che pubblichi sia in sintonia con il messaggio (e il pubblico) del tuo marchio. Anche su Instagram.

Se qualcuno condivide un’immagine generata dall’utente con un grande seguito, anche quei follower saranno probabilmente interessati a controllare anche la tua pagina.

Guarda come questa foto inviata dall’utente da Boosted Boards si allinea con l’estetica del marchio. È di alta qualità, intrigante e unico.

Scegli immagini che imitino con successo il tono del tuo marchio, come questo.

Detto questo, cerca di non essere troppo parziale nei confronti del contenuto che desideri pubblicare. Mischialo e osserva crescere il numero dei tuoi follower e il coinvolgimento.

Usa sempre un branded hashtag che incoraggi gli utenti di Instagram a essere più interattivi con la tua azienda.

8. Crea il tuo branded hashtag

Se stai cercando di creare engagement con il tuo pubblico, i branded hashtag sono un ottimo modo per ottenerlo.

Red Bull ha raccolto oltre 299.612 post con il tag, #itgivesyouwings.

I clienti possono utilizzare il tag per pubblicare contenuti user-generated. Ciò consente agli utenti di cercare tutti i post relativi al tuo marchio e a te, azienda, di recuperare facilmente tutti i post che ti riguardano.

E’ utile anche per decidedere quali contenuti ripubblicare sulla tua pagina.

Creare un hashtag che la tua azienda (e altri utenti) possono utilizzare, è essenzialmente una pubblicità gratuita che puoi ottenere.

Ogni volta che qualcuno pubblica una foto utilizzando il tag, espone la tua azienda ai propri follower.

Se hai già uno slogan o una tagline, prendi in considerazione l’idea di creare l’hashtag con il tuo marchio. Coca-Cola ha raggiunto questo obiettivo con successo con il suo hashtag, #ShareACoke.

Ma indipendentemente da ciò che pubblichi, devi pubblicare i post nel momento giusto e astenerti dal postare troppo spesso.

9. Quando pubblicare su Instagram? Gli orari migliori.

Pubblicare troppo spesso su Instagram è il modo migliore per perdere follower.

Se vedono solo il tuo marchio nel loro feed, probabilmente smetteranno di seguirti.

Ma e’ anche vero che vuoi pubblicare in maniera ricorrente, in modo da rimanere regolarmente visibile nei loro feed.

Uno dei modi migliori per farlo è pubblicare post solo nei giorni e nelle ore in cui la maggior parte dei tuoi follower sono online.

Secondo SimplyMeasured, i giorni peggiori per pubblicare su Instagram sono mercoledì e domenica, mentre lunedì e giovedì sono i giorni migliori per pubblicare.

E secondo una ricerca di CoSchedule, i momenti migliori della giornata per pubblicare sono tra le 8:00 e le 9:00, nonché le 2:00.

L’ora tra le 8:00 e le 9:00 è correlata all’ora del giorno in cui le persone si stanno preparando per il lavoro o si recano al lavoro (e controllano i social media per la giornata).

E le 2:00 e’ l’ora del giorno in cui la maggior parte delle persone sta guardando Instagram invece di… dormire! E’ il secondo momento più popolare per pubblicare (ovviamente dipende anche dal tipo di target che vogliamo raggiungere!).

Puoi scoprire quando i tuoi follower sono più attivi da ​​Instagram Insights, quindi i tuoi giorni e orari migliori per pubblicare potrebbero essere leggermente diversi a seconda del tuo pubblico specifico.

Pianifica la pubblicazione dei tuoi post in questi giorni e orari con uno strumento come Later, Tailwind o Buffer.

La ricerca mostra anche che dovresti pubblicare tra una e due volte al giorno, ma non più o meno.

Se sei tentato di postare di più, usa la funzione dell’album carousel di Instagram per pubblicare più immagini in un formato presentazione.

In questo modo, non travolgerai i feed dei tuoi follower.

Dopo aver apportato queste modifiche, tenere traccia delle metriche per tenere d’occhio le aree in cui è possibile migliorare.

10. Assicurati di monitorare le metriche giuste

Non puoi migliorare le tue prestazioni su Instagram e ottimizzarle a meno che tu non analizzi bene la tua pagina e i tuoi post.

Quando misuri i risultati efficacemente, sai esattamente cosa funziona e cosa no.

Inizia monitorando il tasso di crescita dei follower.

La quantità totale di follower che hai è comunemente vista come una vanity metrics. Ed è esattamente questo.

Ma il tasso di crescita dei follower non lo è.

Quando tieni d’occhio il tasso di crescita dei tuoi follower, ti accorgi di come il tipo di contenuto che stai postando (o la tua frequenza di posting) sta influenzando le cose.

Tieni traccia con precisione del tuo tasso di crescita dei follower con uno strumento come Influencer Dashboard.

Quindi, misura i tassi di engagement, ovvero i Mi piace e i Commenti.

Puoi scoprire la percentuale media di engagement dei tuoi follower totali nonché il tasso medio di coinvolgimento di ciascun post per avere un quadro chiaro del rendimento della tua pagina.

Se hai pochi follower, il tuo tasso di coinvolgimento dovrebbe essere più alto. Ecco come dovrebbero apparire le i tuoi risultati in base al numero dei follower.

Infine, devi monitorare la percentuale di clic dell’URL.

Se non hai già un link al tuo sito web nella tua bio di Instagram, aggiungine uno al più presto.

Quindi, misura quante persone fanno clic sul tuo URL.

Il CTR medio su Instagram è dello 0,94%, secondo Conversion XL.

Quanto più efficaci sono le tue tecniche di Instagram marketing sul tuo pubblico, tanto maggiore sarà il tuo CTR. Se è basso, lavora per migliorare il tuo approccio.

Quali tecniche di marketing di Instagram funzionano meglio per te e il tuo brand?

Forse ti interessa anche: come aumentare i follower su Instagram

11 Shares
Copy link