Se ti occupi di Facebook Ads (o Instagram) sai che puoi creare dei target di persone per interessi (pubblici salvati, o “saved audience”). Generalmente, con questo tipo di campagne cerchi di individuare un pubblico di persone potenzialmente interessate ai tuoi prodotti.

Puoi creare dei pubblici anche molto sofisticati, che includono, ad esempio, persone che lavorano in specifiche aziende, oppure che hanno un ruolo ben definito.

Ad esempio

tutti quelli che lavorano come digital strategist nella media company X e Y.

Oppure

tutti quelli che lavorano come giornalisti da Mashable e Techcrunch in UK.

Facebook ti offre incredibili possibilita’ da questo punto di vista: e’ la piattaforma di marketing piu’ avanzata, conosce i nostri gusti, abitudini, dove andiamo, cosa ci piace, chi conosciamo, come ci sentiamo.

Esiste un problema pero’: nei social, a differenza di quanto avviene invece nel mondo search, quindi Google Adwords in primis, come marketers non possiamo sapere se in quel preciso momento chi sta visualizzando i nostri ads ha effettivamente bisogno di acquistare il nostro prodotto.

Ecco quindi la necessita’ di definire e applicare un percorso di acquisizione dei nostri clienti: il cosiddetto funnel. Attraverso un funnel a 3 livelli e dei contenuti, possiamo:

  1. creare awareness verso la nostra marca e i nostri prodotti
  2. costruire una relazione con il nostro pubblico e avvicinarlo al nostro mondo
  3. ottenere conversioni di vario tipo (es. lead, vendite, profilazione)

Arriviamo al pixel di Facebook: e’ uno script da aggiungere nelle pagine del nostro sito, blog, newsletter, app, e serve per “capire” cosa fanno gli utenti quando arrivano nel nostro sito e segmentarli in maniera piu’ o meno granulare in dei pubblici personalizzati.

Ad esempio:

  • voglio creare un pubblico di persone che hanno visitato il mio sito negli ultimi 30 giorni;
  • oppure, un pubblico composto da chi ha aggiunto i prodotti al carrello ma non li ha acquistati;
  • o ancora, persone che hanno visitato alcune pagine ma non altre. E cosi’ via.

Successivamente, potro’ creare delle campagne retargeting su Facebook e Instagram, i cui destinatari saranno soltanto quegli utenti che hanno compiuto quelle azioni (eventi standard o personalizzati) che ho pianificato (e che magari sono strutturati nel mio funnel).

Il presupposto fondamentale per gestire questo tipo di campagne e’ avere il Pixel di Facebook installato e configurato correttamente.

Ci sono vari modi per installarlo: manualmente, attraverso dei plugin, o con Google Tag Manager. Quest’ultimo e’ il metodo che prenderemo come esempio in questa breve guida, perche’ a nostro avviso (e non solo) GTM e’ uno strumento molto efficace e comodo per gestire porzioni di codice da aggiungere nelle pagine del sito.

 

Perche’ Google Tag Manager per installare il Pixel di Facebook

Con GTM, il vantaggio e’ nella sua logica di fondo: una volta che installi il codice GTM nel sito (definito Container), non avrai piu’ bisogno di editare il sito quando vorrai aggiungere altri script.

Ad esempio, se oltre al pixel di Facebook volessi installare anche quello di Twitter, di Google o di altre piattaforme, non avrai piu’ bisogno di editare di nuovo il tuo sito. Sara’ sufficiente creare un nuovo “tag” in GTM e pubblicare lo script direttamente dal Tag Manager.

GTM e’ anche uno strumento che serve per moltissime altre funzioni: non ci occuperemo di descriverle in questa guida, ma puoi fare riferimento alle numerose guide gratuite online.

 

Come configurare Google Tag Manager per installare il Pixel e creare pubblici Facebook personalizzati

Creazione dell’account su Google Tag Manager

  1. Vai su http://google.com/tagmanager per creare un account di Google Tag Manager
  2. Clicca su Nuovo account per impostare un account per i tag.
  3. Imposta il nome account col nome del tuo brand (es. Azienda) e il nome del contenitore come il sito per il quale stai creando il tag (es azienda.com).
  4. Accetta i Termini di servizio di Google Tag Manager.
  5. Incolla il codice nel tuo sito web per completare l’integrazione.

Siti HTML: Se il sito e’ in HTML incolla il codice nel tag “<body>” all’interno delle pagine o nella pagina template. Devi inserire il codice in ogni pagina del sito..

Siti WordPress: C’è un plug-in per Google Tag Manager veramente utile. Ti consigliamo di utilizzare questo plugin. Dopo averlo installato, copia il tuo ID Tag che viene visualizzato accanto al nome dell’account nella dashboard di GTM (o dal codice stesso dopo “? Id =”) e poi incollalo nella pagina delle impostazioni del plugin.

 

Installazione del pixel e configurazione del primo pubblico personalizzato su Facebook (custom audience)

  1. Vai nel tuo Facebook Ads Manager (Gestione inserzioni) apri il menu principale, clicca su pixel (vedi immagine sotto)
  2. Clicca quindi su Configura e seleziona il primo link
  3. Quindi seleziona GTM e installazione manuale, poi copia il codice del pixel
  4. Vai su Google Tag Manager e crea un nuovo tag.
  5. Seleziona HTML personalizzato e dai al tag un nome riconoscibile facendo clic sull’icona della matita accanto al titolo tag.
  6. Fai clic su Continua e incolla il codice del pixel che avevi copiato su Facebook
  7. Imposta il tag in modo che si attivi su tutte le pagine
  8. Il tag è ora completo
  9. Torna su Facebook e vai nella sezione Pubblico
  10. Quindi clicca su Crea Pubblico > Pubblico Personalizzato
  11. Scegli Traffico del sito web
  12. Scegli tutti i visitatori del sito web negli ultimi 180 giorni, assegna un nome al tuo pubblico e salva. Da questo momento, tutti i visitatori del tuo sito web verranno tracciati da Facebook e aggiunti al pubblico personalizzato (custom audience) che hai appena creato.

    Potrai utilizzare questo pubblico come target delle tue campagne adv su Facebook e Instagram (per targettizzare quindi persone che hanno visitato il tuo sito web).

 

Pubblicazione del container nel tuo Google Tag Manager

Assicurati di aver completato tutti gli step descritti nel post e fai quindi clic su Pubblica per pubblicare il nuovo tag.

Google Tag Manager confermerà i dettagli che sono stati modificati dopo l’ultima pubblicazione. Clicca quindi su Pubblica ora.

I tuoi tag saranno ora online su tutte le pagine in cui è stato aggiunto il codice di Google Tag Manager.

Trovi anche un video tutorial dettagliato nel nostro corso online Facebook: dai un’occhiata, ci sono anche 2 lezioni e 2 video gratis.

 

Come monitorare le conversioni attraverso il pixel di Facebook

  1. Vai in Gestione Inserzioni poi Events Manager e quindi Pixel, poi configura
  2. Seleziona il tipo di conversione che si vuole misurare e dai un nome facilmente riconoscibile.
  3. Copia il codice del pixel di conversione che Facebook ti presenta.
  4. Vai al tuo account di Google Tag Manager e fai clic per creare un nuovo tag HTML (codice personalizzato).
  5. Incolla il codice di conversione di Facebook. Se si guarda attraverso il codice vedrai due istanze di “valore” e “valuta” nel codice. Se vuoi tenere traccia di questi valori su  Facebook puoi sostituire questi dettagli con dei valori specifici (opuure puoi fare uso di variabili dinamiche).
  6. Clicca per continuare e quindi impostare il tag di attivarsi su alcune pagine
  7. Fai clic su Nuovo tag per creare una regola di attivazione personalizzata e completare i dati richiesti. Sarà necessario selezionare una variabile (ad esempio l’URL della pagina).
    Se la pagina che corrisponde alla conversione è azienda.com/grazie.html (ad es. la pagina che raggiungono i tuoi clienti dopo che hanno acquistato un prodotto) allora dovrai inserire “azienda.com/grazie.html” oppure solo “grazie.html”.
    Fai clic su Salva per confermare la nuova regola.
  8.  Il tuo nuovo tag è ora completo. Per pubblicarlo sul tuo sito scegli Pubblica.

 

Come verificare se il tag e il pixel funzionano correttamente

Per verificare che Google Tag Manager e il pixel di Facebook sono stati installati correttamente puoi utilizzare due estensioni di Chrome.

Una e’ Tag Assistant (by Google) e l’altra e’ Facebook pixel helper`

Se hai difficolta’ ad installare il pixel di Facebook contattaci e lo faremo per te per €597!

Vuoi imparare a gestire campagne che convertono?
Acquista il nostro corso online in Facebook Ads.

> 8 lezioni e 11 video per un totale di oltre 100 minuti di tutorial, strategie pratiche e tattiche efficaci.

Il coach del corso è Andrea D’Ottavio, founder dell’academy e di Webing, la prima agenzia di growth marketing internazionale al 100% location-independent.
Andrea ha realizzato progetti per brand di ogni dimensione, incluse aziende come Ferrari, Alitalia, Playtex, Hyundai, Meridiana, Avis, Euronics e moltissime altre. Andrea è mentor di startup, scrive sull’HuffPost USA, Millionaire e per altri blog.

Acquista il corso qui.

corso Facebook Ads andrea dottavio

Ricevi già la nostra USEletter?
Iscriviti e ricevi segreti, tips, hacks e buoni sconto per i nostri workshop.
Odiamo lo spam anche noi, non ti bombarderemo né condivideremo la tua email. Promesso!

Iscrivendoti accetti le condizioni di trattamento dei tuoi dati personali
[/vc_column]