Esistono diversi modi più o meno complessi per acquisire l’elenco dei follower di un account Twitter. Attraverso alcune tecniche di growth hacking un utente qualsiasi può scaricarsi con facilità e velocemente tutto il vostro elenco dei follower ed utilizzarlo per scopi diversi.

La modalità che vi descrivo qui sotto è quella più semplice ed economica perché non richiede competenze tecniche e chiunque può riuscire in breve tempo.

Prima di cominciare: qual è lo scopo di acquisire l’elenco dei follower di un altro account su Twitter?

Possono esserci diverse ragioni, ad esempio: 

  • volete monitorare il volume, la tipologia e i follower di un competitor
  • per seguire gli stessi follower che segue un altro account
  • per creare delle custom audience su Twitter, lanciando micro campagne mostrando i vostri tweet solo a quei profili (questa è la motivazione più interessante!)

Pensate ad esempio:

L’azienda X ha 100k follower su Twitter; l’azienda Y, competitor, ha appena lanciato un prodotto concorrente e vorrebbe poter contattare esattamente tutti gli utenti in target che seguono già X. Attraverso una targetizzazione anche “spinta”, Y non potrebbe avere la certezza di riuscire a contattare tutti i 100k followers del suo competitor, che sono poi l’audience più interessante per Y perché probabilmente già interessati al suo prodotto.

L’acquisizione di un numero cosi’ elevato di follower in maniera manuale sarebbe impensabile: immaginate di dover fare copia e incolla di 100.000 nomi utente… probabilmente non lo fareste mai. 

Ecco, immaginate ora di poter avere un tool che vi consenta di acquisire automaticamente tutto l’elenco dei follower di X e poterli raggiungere attraverso un tweet sponsorizzato. 

Se volete acquisire velocemente l’elenco dei follower di un altro account Twitter (quello di un competitor ad esempio), potete procedere in diversi modi.

Prima modalità, più complessa (free):

  • si procede con l’apertura di uno spreadsheet su Google Docs
  • si fa lo scraping dei contenuti direttamente tramite il browser (utilizzando un’estensione Chrome, come Scraper)
  • si utilizza la funzionalità importXML disponibile nello spreadsheet di Google: studiandosi un po’ la sintassi è possibile, in sostanza, automatizzare il processo di acquisizione dei contenuti degli account partendo dallo scraping
  • si esportano i risultati dell’importazione in un file csv e questo lo si importa su Twitter per creare una nuova audience

Seconda modalità, più semplice e veloce (premium):

  • Richiedete a Webing di farlo per voi ad un costo molto contenuto (per scoprire quanto, contattateci qui)

Ricevi già la nostra USEletter?
Iscriviti e ricevi segreti, tips, hacks e buoni sconto per i nostri workshop.
Odiamo lo spam anche noi, non ti bombarderemo né condivideremo la tua email. Promesso!

MI ISCRIVO!
0 Shares
Copy link